MASSIMO AMMANITI RECENSISCE ‘LE PSICOSI SINTETICHE’

Domenica 15 settembre Massimo AMMANITI, noto psicoanalista e clinico di grande fama, ha recensito sul quotidiano LA REPUBBLICA il testo Le psicosi sintetiche. Il contributo della psicopatologia fenomenologica italiana, a cura di Gilberto DI PETTA e di Danilo TITTARELLI, riedizione ampliata del classico testo ‘Le psicosi sperimentali’ edito in prima edizione per Feltrinelli.

Il testo, che ricordiamo contiene testi ormai classici e introvabili di Callieri, Cargnello, E. G. Morselli, con l’aggiunta nella nuova edizione di quelli di Messas e dello stesso Di Petta, è descritto nella sua storia, nella sua centralità per la clinica del presente e nel ruolo cruciale che la clinica delle tossicodipendenze avrà e sta già avendo nell’Italia e nell’Europa odierne.

“… Cosa hanno a che fare i ravers sballati di droghe sintetiche al rombo martellante della techno music, perduti nell’ultima alba del mondo, con Christiane F. e i ragazzi dello Zoo di Berlino? Cosa fanno i SerT per questi psiconauti senza insight di tossicomania, che sdegnano oppiacei e comunità terapeutiche? Che fa lo psichiatra di guardia in pronto soccorso di fronte a uno scatenato adepto delle piante di Dio? Quanti di questi ragazzi rimangono per sempre prigionieri del viaggio? Sulle tracce lasciate nella seconda metà del Novecento dai grandi Maestri della psicopatologia italiana due psichiatri di frontiera esplorano e descrivono l’emergenza della follia chimica, lontana sia dalla follia classica che dalla dipendenza classica. Se ogni epoca sceglie le sue malattie mentali e la sua psichiatria, la post-modernità ci sfida dunque con le psicosi sintetiche. Siamo noi in grado di comprenderle e di curarle? O preferiamo soccombere nell’asfissia metodologica, omologante e disumana dell’attuale psichiatria di superficie?” (dall’introduzione dei curatori)

Paolo Colavero

Psicologo clinico, psicoterapeuta individuale e di gruppo. Società Italiana per la Psicopatologia Fenomenologica, Scuola di Psicoterapia e Fenomenologica Clinica, European Society for Philosophy and Psychology, CRPG Milano