Le nostre direzioni di ricerca

Siamo convinti la Psicopatologia Fenomenologica possa mantenere la propria vitalità e utilità puntando verso alcune direzioni di ricerca:

  • Piuttosto che mirare al tradizionale incasellamento nosografico, mirare alla individuazione di ordinatori psicopatologici di livello superiore, tali da ampliare l’orizzonte in cui si colloca la ricezione dei singoli fenomeni che vengono sussunti in un contesto più ampio, che rappresenta in definitiva una donazione di senso al singolo fenomeno;
  • La definizione di possibili terreni di incontro e di articolazione con la ricerca di ordine biologico, incontro che è difficile possa avvenire sulla base di quadri nosografici convenzionali.
  • Apertura al mondo delle tossicodipendenze sospendendo i pregiudizi e gli atteggiamenti moralistici
  • Psicopatologia fenomenologica e psicoterapia: propedeutica o cos’altro? Contribuire a porre le premesse teoriche affinché l’atteggiamento fenomenologico favorisca un approccio psicoterapico al mondo delle psicosi e delle personalità abnormi.

Dobbiamo dunque augurarci che la curiosità, lo spirito di osservazione, la capacità di avvicinarsi alla persona, restino fondamentali per la prassi psichiatrica, ed in questa direzione il progetto della Psicopatologia può portare un decisivo contributo, fatto come è di tensione conoscitiva ed assieme di pazienza e di attesa, di tolleranza alle domande che continuamente si presentano nell’ascolto dei mondi psicopatologici, resistendo alla tentazione di sovrapporre stereotipi precostituiti all’esperire dell’Altro.

A proposito dell'autore

La Società Italiana per la Psicopatologia, nata nel 1994, è una società di studiosi, professionisti ed appassionati di psicopatologia che intende con la sua opera diffondere la cultura psicopatologia in Italia, nei servizi e nel privato. | Contattaci | Chi e dove siamo |